Ambiente e costituzionalismo. Il modello europeo di sviluppo sostenibile. Storie di un'incontenibile vocazione alla sconfinatezza

Ambiente e costituzionalismo. Il modello europeo di sviluppo sostenibile. Storie di un'incontenibile vocazione alla sconfinatezza

Why no one had seen the environmental crisis coming? potrebbe essere la domanda d’apertura di questo articolo, sullo stesso stile e tono elisabettiano con il quale nel novembre 2008 Sua Maestà la Regina del Regno Unito sorprese (e imbarazzò) gli illustri economisti della London School of Economics, ponendo loro l’inaspettata domanda Why no one had seen the financial crisis coming? Finzione intellettuale a parte, la domanda iniziale rimane. Perché per due secoli la questione dell’ambiente è stata dagli economisti totalmente ignorata? L’unico che concentrò la propria attenzione di studioso sul concetto di scarsità suprema (quella ecologica) delle risorse naturali e del rapporto di queste con lo sviluppo economico fu il vittoriano Thomas Malthus, anche questa volta un inglese. Il clima di silenzio generale da parte degli economisti rileva infatti il paradosso di una scienza, quella economica, basata sul concetto di scarsità, ma che ignora al contempo e totalmente quella scarsità suprema che è quella ecologica.

Presente nella rivista N: 
4/2011 - Anno XXIII - Ottobre/Dicembre

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail