Giustizia nell’amministrazione e giustizia dell’amministrazione tra idealità e fattualità. Riflessioni su un saggio di Mario Nigro

Giustizia nell’amministrazione e giustizia dell’amministrazione tra idealità e fattualità. Riflessioni su un saggio di Mario Nigro

Esattamente quarant’anni fa Mario Nigro pubblicava un ragguardevole saggio nel quale la figura di Silvio Spaventa veniva analizzata con particolare attinenza al ruolo che egli ebbe nel propugnare il ripristino degli organismi di giustizia amministrativa nell’ordinamento dello Stato italiano dopo l’Unità. Ne emerge – come elemento preliminare – che al tema i maggiori esponenti della Destra non dedicarono una attenzione specifica, benché esso fosse quasi consustanziale agli orizzonti ideologici e politici delle classi dirigenti del momento. La battaglia fu condotta, quasi unicamente e in pratico isolamento, da Spaventa e da Minghetti, i quali – pur non muovendo dai medesimi assunti e focalizzando aspetti diversi tra loro – erano concordi nel ritenere indispensabile che l’ordinamento giuridico ponesse attenzione alla difesa dei diritti dei cittadini e ai gusti prodotti dalla mancanza di un organo di giustizia che giudicasse dell’operato dell’amministrazione pubblica.

Presente nella rivista N: 
2/2015 - Anno XXVII - Aprile/Giugno
Autore: 
Stefano Sepe

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail