Storia

L’Istituto di Studi Politici "S. Pio V", fondato a Roma nel 1972, ha tra le sue finalità quella di "promuovere e incoraggiare, in Italia e all’Estero, gli studi nelle discipline economiche ed umanistiche, con particolare riferimento a quelle storico politiche e linguistiche, nonchè ai problemi della società contemporanea" ispirando la propria attività "all’affermazione e alla difesa dei valori della civiltà, alla luce dei principi e della tradizione cristiana". (Statuto art. 1).

Nel 1986 l’Istituto ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica (DPR 10 febbraio 1986 n. 101) e nel 2003 la qualifica di "Ente di Ricerca non strumentale" (L. 23/10/2003 n. 293).

Per meglio attuare la propria vocazione all'educazione superiore, l'Istituto ha fondato, nel 1989, la Scuola Superiore di Lingue Moderne per interpreti e traduttori che, con il decreto del 24 settembre 2003, è divenuta Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, abilitata ad istituire ed attivare nelle sedi di Roma e Ancona corsi di studio superiori per mediatori linguistici di durata triennale e a rilasciare i relativi titoli, equipollenti a tutti gli effetti ai diplomi di laurea conseguiti nelle università al termine dei corsi afferenti alla classe delle lauree universitarie in "Scienze della mediazione linguistica".

Nel 1996 l'Istituto ha fondato la Libera Università degli Studi "S. Pio V" (oggi LUSPIO), con cui l'Istituto mantiene stretti rapporti di collaborazione scientifica e didattica, ispirandone in particolare le direttrici e le iniziative di ricerca.

Nel 2005, al fine di far fronte alle nuove esigenze e ai nuovi impegni, è stata potenziata l'attività di Ricerca dando vita a tre aree tematiche:

  • l’area storico - politica;
  • l’area giuridico - economica;
  • l’area sociale, umanistica e linguistica;

ed istitutendo un "Bando di concorso per il finanziamento di progetti esterni di ricerca scientifica".

Nel marzo del 2006 l’Istituto ha ricevuto il riconoscimento formale dell’UNESCO mediante l’istituzione di relazioni "formali di cooperazione" con l’Organismo delle Nazioni Unite.

Nel 2009 è stato istituito, con carattere annuale, il  "Premio Nazionale per tesi di Dottorato sul Tema dei Diritti Umani", al fine di sostenere la ricerca di giovani studiosi su tale tematica. 

Nello stesso anno, è stato avviato anche il Corso di Perfezionamento Scientifico sul tema "Sviluppo economico e sociale dell’Italia nel XX secolo: il contributo delle personalità di ispirazione cattolica". Il corso ha durata triennale.

Per la valorizzazione e diffusione della propria attività di ricerca, l’Istituto utilizza la Casa Editrice APES con la quale pubblica, oltre alla propria produzione scientifica, anche il periodico trimestrale: la Rivista di Studi Politici.

Copyright ©2001-2011 Istituto di studi politici "S.Pio V"  -  Webmail